Il fumo passivo nuoce in modo serio anche alla salute dei bambini.
E non solo in termini di apparato respiratorio ma anche con riferimento ad un discorso cardiocircolatorio.
Sono queste le conclusioni di nuova ricerca confezionata dal team guidato da Karen Wilson, Presidente dell’American Academy of Pediatrics Tobacco Consortium.
Allo stato, infatti, erano risapute le conseguenze che il fumo può causare in termini di maggiore predisposizione, in età pediatrica, ad affezioni asmatiche e bronchiali ma non si “sospettava” un coinvolgimento significativo di altri parametri, quali ad esempio quelli pressori.
Ed, invece, lo studio Usa è andato esattamente in questa direzione ampliando lo “spettro” delle conseguenze che possono gravare anche sui piccini.
Ebbene, l'approfondimento ha accertato come il 6 percentuale dei bimbi esposti al fumo passivo sia interessato da un problema di ipertensione.
Non da adulti, ma stesso in età pediatrica. Da subito.
Una problematica, sebbene registrata misura non grave, che è stata posta in diretta e sola correlazione all’esposizione al fumo in assenza di diverse patologie riscontrate.

CIRCA IL 6% DEI PICCOLI ESPOSTI SVILUPPA IPERTENSIONE
Una percentuale di incidenza significativa, che è due volte quella che si rintraccia nella popolazione generale: l’ipertensione, infatti, si ritrova tra i bambini – in quelli che non sono non esposti al fumo passivo – nella misura del 3 percentuale.
Una ragione in più, pertanto, per mamme e papà per fare attenzione ai propri comportamenti ed ai propri stili in presenza di minori, in particolare quando si è all’interno delle case dove, per chiari motivi, l’esposizione al fumo di sigaretta presenta caratteri di maggiore intensità.
L’approfondimento di cui sopra è stato portato avanti su 8.520 bambini di età compresa tra gli 8 ed i 19 anni.
E la e-cig?
Non vi sono evidenze rispetto ad un danno che lo svapo passivo possa determinare sui piccini.
E’ chiaro, però, come, per ragioni di prudenza e di buonsenso, si debba evitare di spargere la nube di vapore in presenza di ragazzini in particolare quando si è in contesti che non sono open air.