Dieci candeline per Svapoweb.
Le prime dieci.
Compleanno speciale quello che cade nella giornata odierna, Mercoledi 14 Settembre, per Svapoweb, azienda leader in Italia nel settore del commercio di sigarette elettroniche e di e-liquid, gioiellino imprenditoriale nato dalla brillante intuizione di Arcangelo Bove, attualmente Ceo della medesima azienda .
Una storia di successo, una parabola come solo nelle favole più belle.
Ora come ora Svapoweb è, infatti, il primo e-commerce in Italia – con fatturati in costante crescita – ed oltre 220 negozi in franchising inaugurati dal 2019 ad oggi.
Ma la stupenda cavalcata inizia da lontano.
In principio fu la lungimiranza.
Quella che è propria di chi riesce a vedere avanti, ad immaginare scenari futuri magari al momento “insospettabili”.

Ed è proprio quello che, oltre dieci anni or sono, ha caratterizzato il sannita Arcangelo Bove, all’epoca studente in Giurisprudenza.
Bove capì che la sigaretta elettronica – allora prodotto novello ed acerbo – avrebbe potuto rappresentare il domani delle alternative al fumo e diede vita all’e-commerce, alla registrazione del marchio fino alla gestione dei primi ordini ricevuti sulla nuova piattaforma.
E’ il 14 Settembre 2012, nasce Svapoweb.
Da allora è un vortice di eventi, un crescendo inarrestabile.
La parentesi in Slovenia, causa la soffocante normativa nostrana, la linea di e-liquid Gioark, subito divenuti best-seller.
Quindi, nel 2016, il rientro in patria, l’apertura del primo negozio a Benevento e, subito dopo, gli altri a Caserta, Milano, Trieste, Villesse, Trapani, Marsala ed Avellino.
Bove, a quel punto, ha una seconda intuizione. Anche questa volta vincente.
Dopo aver lanciato l’e-commerce e dopo averlo piazzato ai vertici del mercato di settore nazionale, capisce che una immensa possibilità è quella che vive anche nei negozi su strada.
Quelli classici.
E parte l’iniziativa del franchising: una galoppata vincente che assiste, come prima detto, dal 2019 ad oggi, al taglio del nastro di oltre 220 store.
Nel mezzo Svapoweb diventa una poderosa macchina occupazionale: i tre dipendenti del 2013 divengono 18 nel 2014 e 40 nel 2022.
Senza contare le possibilità legate alla catena degli store. Nel 2019, intanto, Svapoweb viene autorizzato quale deposito fiscale ed afferma sempre più i prodotti a suo marchio rinsaldando, allo stesso tempo, rapporti con i principali player della produzione mondiali.
Bove è, ormai, tra principali imprenditori europei.
Ottenuti riconoscimenti anche internazionali, come quello ricevuto nel 2017, nel contesto della principale fiera del vaping mondiale, l'”International Expo” di Shentzen.

“Sono contento dei traguardi raggiunti – commenta Bove – che sono a loro volta nuovi punti di partenza.
Nonostante le difficoltà legate alla normativa fiscale, nonostante la burocrazia opprimente e la disinformazione, Svapoweb è una realtà consolidata ed in crescita in ambito nazionale ed europeo.
Ringrazio tutti quanti mi hanno accompagnato e mi stanno accompagnando in questo percorso.
Guardiamo al futuro con grinta, convinzione e tanti, tanti progetti ancora da realizzare.
Certi di come il meglio debba ancora venire”.