La felice notizia già era stata abbondantemente battuta dagli Organi di stampa.
Solo nella giornata del 28 Luglio, tuttavia, è comparsa traccia ufficiale sulla interfaccia web istituzionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: con Direttoriale a firma del Direttore Marcello Minenna, infatti, l'agenzia fiscale ha provveduto a comunicare il dimezzamento delle imposte gravanti sui liquidi per sigarette elettroniche, con e senza nicotina, per quel che riguarda il periodo compreso tra il 1 Agosto 2021 ed il 31 Dicembre 2021.
Cosa resa possibile dalle previsioni dell’articolo 14-bis, comma 1 della legge 23 Luglio 2021, numero 106, di conversione, con modificazioni, del decreto legge 25 Maggio 2021, numero 73.

“Ai sensi dell’articolo 62-quater, comma 1-bis, del Decreto legislativo 26 ottobre 1995,
numero 504, e successive modificazioni – è rappresentato – sui prodotti liquidi da inalazione, contenenti o meno nicotina, esclusi quelli autorizzati all’immissione in commercio come medicinali ai sensi del decreto legislativo 24 aprile 2006, numero 219, e successive modificazioni, si applica, a decorrere dalla data di pubblicazione del presente provvedimento, l’imposta di consumo pari, rispettivamente, a € 0,086860 il millilitro e a € 0,043430 il millilitro“.

In questo arco temporale, quindi, fino cioè al 31 Dicembre del corrente anno, le aliquote viaggeranno al 10 e al 5 per cento (rispettivamente per i liquidi con e senza nicotina), per poi risalire al 20 e 15 per cento dal 1 Gennaio 2022 e al 25 e 20 per cento dal 1 Gennaio 2023.
Ciò sempre che non intervenga una ulteriore modifica alla legge di Bilancio