Brutte notizie per gli svapatori del Nicaragua.
Che, più o meno dalla sera alla mattina, si sono trovati senza le loro sigarette elettroniche.
Lo Stato centramericano, infatti, 6,6 milioni di abitanti, ha disposto un ban che è quasi totale sul vaping.
Con disposizione della Direzione generale dei servizi doganali, in pratica, si sono andare a proibire tutte le attività che potrebbero essere legate alla circolazione della e-cig.
Quindi, niente importazione, niente esportazione.
No, ancora, allo stoccaggio, alla distribuzione e, ovviamente, no alla commercializzazione ed anche all'uso (anche personale, ovviamente) di qualsivoglia sistema elettronico che sia utile a vaporizzare liquidi, con o senza nicotina.
In pratica un divieto assoluto che fa del Nicaragua una delle realtà su scala mondiale maggiormente chiuse al discorso svapo.
Con buona pace di chi, anche in quel Paese, stava utilizzando la sigaretta elettronica per smettere di fumare - aspetto del tutto ignorato dal legislatore.
Massima attenzione, quindi, anche per gli stranieri che vogliono entrare nel territorio del Nicaragua: se in possesso di dispositivi per lo svapo, sappiano che il materiale verrà immediatamente ed inderogabilmente intercettato alla frontiera aeroportuale e tempestivamente sequestrato.
Da una attenta lettura dei siti dedicati ai viaggi all'Estero, come "Viaggiare sicuri", non si apprezzano ancora aggiornamenti in merito: sappiano, però, quanti vogliano recarsi nello Stato centramericano che non potranno farlo con la e-cig.
Non è ancora chiaro, inoltre, se i funzionari doganali si limiteranno solo al sequestro o se verrà elevata anche una sanzione pecuniaria.
Certo non val la pena correre rischio alcuno.
Segnali abbastanza preoccupanti quelli che arrivano, quindi, dal Continente americano dove, alla storiche chiusure degli Stati del Nord, Usa e Canada, si sommano quelle nuove dei vari Paesi della parte centrale.
Che chiudono alla sigaretta elettronica nonostante i numeri preoccupanti del tabagismo e nonostante gli affanni dei rispettivi Sistemi sanitari.