Regno Unito (UK)

  • Regno Unito: Il vaping non solo promuove la cessazione ma previene le ricadute

    Uno studio pubblicato sulla rivista "Drug and Alcohol Review" ha indicato che le sigarette elettroniche non solo promuovono la cessazione ma anche la ricaduta del fumare.

  • Regno Unito: Il governo "potrebbe" rivalutare i regolamenti TPD dopo l'uscita dalla UE

    Il governo britannico ha recentemente risposto a una relazione che chiede modifiche al regolamento delle sigarette elettroniche non appena il paese lascerà L'Unione Europea.

  • Regno Unito: British American Tobacco lancia "ISwitch Vype"

    Nata per contrastare le famose Juul ed iQOS , la nuova sigaretta elettronica di BAT risulta essere  una nuova sfida lanciata dal gigante del tabacco.

  • Regno Unito: Nel 2019 l'obiettivo sarà "Aiutare a smettere di fumare con l'ausilio della sigaretta elettronica"

    Molteplici le campagne promosse a partire dal 2019 nel Regno Unito, ma quella a noi più cara è la Smokefree Health Arms; con la quale la PHE si prefigge di incoraggiare i fumatori a passare alle sigarette elettroniche.

  • Regno Unito (sigarette elettroniche): Pregiudizi sulla nicotina "infondati" - Non è cancerogena

    Molti fumatori danno alla nicotina la colpa della gravi malattie che il fumo provoca quando, invece, non è responsabile del cancro.

  • Regno Unito (sigarette elettroniche): Nestlé attacca chi produce liquidi che richiamano i suoi prodotti

    L'appropriazione del marchio o la sua modifica solo per rendere il prodotto più accattivante è un fenomeno ben conosciuto nel settore del vaping.

  • UK - (Studio): Aromi al mango e alla menta importanti per la cessazione al fumo

    Juul evidenzia come le aromatizzazioni alla menta e al mango sono le principali scelte per la cessazione basandosi su due studi effettuati negli Stati Uniti su una indagine condotta dal CSUR del Regno Unito.

     

    Due recenti studi comportamentali basati sull'indagine condotta dal Centro per la ricerca sull'uso di sostanze (CSUR), un centro di ricerca indipendente, con sede nel Regno Unito, di clienti online e al dettaglio, indicano che i JUULpod non aromatizzati al tabacco stanno aiutando i fumatori a passare alle sigarette elettroniche lasciandosi dietro le sigarette convenzionali. Dopo 90 giorni di utilizzo di JUUL, i fumatori che hanno utilizzato principalmente la menta o il mango hanno dimostrato rispettivamente i più alti tassi di cessazione dalle sigarette..

    "Come parte del nostro piano d'azione per combattere l'uso giovanile dei nostri prodotti, abbiamo smesso di accettare ordini al dettaglio per le pod alla menta o mentolo e aromi non al tabacco il 13 novembre 2018. Continuiamo a venderli solo su  JUUL.com , che dispone di un sistema di verifica dell'età innovativo che limita le vendite di tutti i prodotti alle persone di età pari o superiore a 21 anni, oltre a impedire gli acquisti in blocco." -commenta Juul sul sito ufficiale.

    JUUL Labs ha incaricato il CSUR di progettare, amministrare e analizzare autonomamente i risultati sia per gli studi di e-commerce che per quelli di vendita al dettaglio. Ai partecipanti allo studio è stato chiesto di riportare l'uso dell'aroma primario di utilizzo per ogni punto del follow-up. Un confronto tra i tassi di cambio a 90 giorni di utilizzo di JUUL, tra prodotti aromatizzati, mostra variazioni nelle percentuali di passaggio per aroma.

    Per lo studio al dettaglio, gli inviti a completare un sondaggio online sono stati inseriti nelle confezioni di JUUL Starter Kits, che sono stati poi distribuiti casualmente a circa 10.000 rivenditori di negozi autorizzati. I primi 7.823 che si sono qualificati per lo studio sono stati presi in considerazione.

    Per lo studio sull'e-commerce, gli inviti a completare un sondaggio online sull'uso di sigarette, prodotti JUUL, altre sigarette elettroniche e prodotti, sono stati inviati a circa 37.536 utenti statunitensi di età pari o superiore a 21 anni che avevano recentemente acquistato il kit iniziale JUUL da JUUL.com e acconsentito a essere contattato da JUUL Labs.

    Il primo studio ha preso in considerazione 7.823 fumatori statunitensi che hanno acquistato JUUL Starter Kits nei punti vendita al dettaglio. Tra i 4.260 intervistati che hanno completato la valutazione di follow-up nei successivi 90 giorni, i fumatori che hanno utilizzato principalmente mango e menta hanno dimostrato i tassi di cessazione più alti. Il 58% degli utenti grazie al mango e il 61% degli utenti grazie alla menta hanno completamente smesso di fumare nei 30 giorni successivi all'acquisto. Comparativamente, il 40% degli utenti che hanno preferito la menta e il 34% degli utenti che hanno usato aromatizzazioni al tabacco hanno dimostrato di aver cessato di fumare negli ultimi 30 giorni del follow-up.

    Il secondo studio ha, invece, preso in considerazione 7.633 fumatori che hanno acquistato negli Stati Uniti JUUL Starter Kits attraverso la piattaforma di e-commerce di JUUL. Dei 5.012 intervistati che hanno completato la valutazione di follow-up di 90 giorni, coloro che hanno utilizzato principalmente l'aroma alla menta, hanno dimostrato di nuovo i più alti tassi di commutazione, con il 47% degli utenti che ha completamente lasciato le sigarette tradizionali negli ultimi 30 giorni. Di coloro che hanno utilizzato principalmente il mango, il 45% degli intervistati ha mostrato similitudini di cessazione come quelli che hanno usato la menta. Il tasso di cessazione nei 90 giorni più basso per i fumatori è stato osservato tra gli utenti che hanno utilizzato il Classic Tobacco al 18%.

    In entrambi gli studi la menta ed il mango hanno dimostrato i tassi di cessazione più alti. Nello studio al dettaglio, il 26% degli intervistati che sono passati dopo 90 giorni ha utilizzato principalmente mango e il 24% ha utilizzato principalmente la menta. Analogamente, nello studio sull'e-commerce, il 27% degli intervistati che ha cambiato dopo 90 giorni ha utilizzato principalmente mango e il 22& principalmente utilizzato menta. 

    "Questi risultati si aggiungono a un crescente numero di studi scientifici che confermano che gli aromi non al tabacco aumentano la percetuale di cessazione",ha affermato il dott. David B. Abrams, professore di scienze sociali e comportamentali presso il NYU College of Global Public Health. "I fumatori che trovano un'alternativa soddisfacente alle sigarette hanno maggiori probabilità di cambiare se il loro dispositivo di vaporizzazione aiuta a dimenticare il gusto e l'odore delle sigarette stesse".

    "Gli aromi sono un elemento essenziale per incoraggiare il passaggio alle sigarette elettroniche e abbiamo bisogno di norme che si concentrino su un'analisi di rischio-beneficio piuttosto che perpetuando inavvertitamente un'epidemia",ha affermato David Sweanor del Center for Health Law, Policy and Ethics presso l'Università di Ottawa.

    Un'analisi approfondita dei dati di entrambi gli studi è stata presentata dal CSUR ad una rivista medica per una successiva revisione.

  • Regno Unito: Sigarette elettroniche permesse al Chesterfield Royal Hospital

    Entreranno in vigore il 22 gennaio 2019 e le nuove regole permetteranno, anche e se lontano da cortili, porte e finestre e fuori dall'edificio, di usare le sigarette elettroniche.

  • Clive Bates contro FDA "I giovani non sono in pericolo con le sigarette elettroniche"

    In un recente articolo sul suo blog "Clive Bates" replica a Scott Gottlieb (FDA) riguarda al suo ultimo annuncio in una audizione pubblica sulla "epidemia di vaping".

  • Regno Unito (Studio): Le sigarette elettroniche sono due volte più efficaci di cerotti o gomme

    Pubblicato lo studio britannico a conferma che le sigarette elettroniche sono due volte più efficaci di cerotti e gomme alla nicotina per smettere di fumare.

  • Regno Unito: Le sigarette elettroniche sono più accettate da Stati con norme adeguate

    La ricerca guidata da Ann McNeill del Centro britannico per gli studi sul tabacco e l'alcool ha coinvolto venticinque ricercatori di diciannove istituzioni che hanno esaminato l'impatto delle normative in quattordici stati.
  • Regno Unito: Le sigarette elettroniche nei giovani non sono un pericolo

    Il Regno Unito sempre più precursore di studi e rapporti positivi sulle sigarette elettroniche. Pubblicato ieri il rapporto sui giovani britannici ed il vaping.

  • Regno Unito: British American Tobacco raddoppia i profitti grazie alle e-cig

    Il gruppo britannico British American Tobacco (BAT) ha annunciato giovedì un aumento dei profitti grazie alle sigarette elettroniche.

  • Sigarette elettroniche: I Paesi Europei tendono a valorizzare la riduzione del danno da fumo

    Il settore delle sigarette elettroniche in Europa si scontra con regolamenti, normative e limitazioni ma molti paesi valorizzano la riduzione del danno.

  • Regno Unito: Bisogna dettare degli standard per gli studi sulle sigarette elettroniche - "Basta studi surreali"

    Gli esperti del Regno Unito si sono riuniti in un webinar sponsorizzato da Cancer Research UK realizzato come parte del loro lavoro per il Regno Unito E-Cigarette Research Forum.

  • Regno Unito: VApril 2019 - Il mese annuale di sensibilizzazione sull'industria dello svapo

    Il mese annuale di sensibilizzazione sull'industria dello svapo, organizzato da UKVIA, passa all'edizione 2019 dopo il successo dello scorso anno.

  • Regno Unito: Uma Thurman svapa prima di entrare a teatro per vedere "All About Eve"

    Molteplici star di Hollywood scelgono la sigaretta elettronica come strumento alternativo alla sigaretta tradizionale. E' il turno di Uma Thurman.

  • Regno Unito: Steve Brine, sostenitore delle sigarette elettroniche, rassegna le dimissioni

    Steve Brine lascia il suo incarico di sottosegretario di Stato parlamentare per la salute rassegnando, lunedì, le dimissioni al primo ministro inglese.

  • Regno Unito: Autista di bus ferito dalla batteria di una sigaretta elettronica

    Non è il primo e non sarà neanche l'ultimo incidente a causa di poca accortezza d'utilizzo delle batterie per sigarette elettroniche. Quest'ultimo nel Regno Unito.

  • Regno Unito: "Action on Smoking and health" ribadisce l'importanza delle sigarette elettroniche

    In un Briefing Action on Smoking and Health (ASH) fornisce una panoramica di quanto le sigarette elettroniche siano importanti per la cessazione.